Medicina Predittiva e Healthy Aging

Medicina Predittiva e Healthy Aging

MEDICINA PREDITTIVA E HEALTHY AGING

La neuro-cardiologia e la cardiologia metabolica sono branche della medicina moderna che studiano le interazioni tra cervello, cuore, intestino e metabolismo, al fine di individuare anticipatamente le alterazioni della fisiologia integrata di organi e apparati, alla base dello sviluppo delle patologie croniche internistiche tipiche del mondo occidentale.
Il medico preposto per queste discipline è il Medico Internista Esperto in Psico-Neuro-Endocrino-Immunologia (PNEI): la Scienza Medica che studia la relazione e la comunicazione tra i vari sistemi di regolazione dell’essere umano, garantita dal sistema nervoso autonomo, che tramite le sue due branche complementari adrenalinica e vagale, regola tutti i processi fisiologici, immunitari e metabolici, in cooperazione con il sistema ormonale dello stress system, rappresentato dal cortisolo.
L’apparato gastrointestinale, il sistema cardiovascolare, il sistema miofasciale, la funzione respiratoria e renale, il metabolismo dei muscoli e delle ossa, il sangue ecc. comunicano in tempo reale al sistema nervoso autonomo lo stato di tutti gli organi ed apparati, ai fini del mantenimento dell’omeostasi, ossia dell’equilibrio tra funzioni complementari, essenziale al mantenimento della salute, e costantemente perturbato dai cosiddetti “stressors” endogeni e/o esogeni.

Quando il sistema di regolazione e di adattamento subisce troppi “attacchi” perpetuati nel tempo, per esempio stress emozionale continuo, pensieri ricorrenti, alimentazione sbilanciata, perdita dei ritmi circadiani, disidratazione cellulare, sedentarietà ed altro, si perde l’efficacia dei sistemi di comunicazione fisiologica e si instaura la sindrome stress/infiammazione cronica, che si manifesta, inizialmente, con la comparsa dei cosiddetti MUS (medically unexplained symptoms), ossia sintomi non correlati necessariamente ad un danno d’organo: stanchezza cronica, insonnia, bruciori gastrici, palpitazioni cardiache, respiro corto, sindrome dell’intestino irritabile, alterazioni dell’umore, dolore cronico, per fare alcuni esempi.

È estremamente importante osservare che i MUS rappresentano la più frequente causa, su scala mondiale, di richiesta di cure primarie da parte dei pazienti, generando un senso di frustrazione per pazienti e medici stessi, proprio perché sono sintomi non correlati a danni d’organo documentabili, ma predittivi dello sviluppo degli stessi.

EFFETTO AGING SUL SISTEMA CARDIO-METABOLICO

La nostra età biologica coincide con l’età delle nostre arterie e della nostra composizione corporea: il processo di invecchiamento consiste nella progressiva perdita di componenti magre della nostra composizione corporea (muscolo, osso, visceri) e con l’incremento graduale di tessuto grasso pro-infiammatorio, fino all’instaurarsi della sindrome da adiposità osteosarcopenica, fattore di rischio indipendente per tutte le patologie internistiche.
L’infiammazione cronica sistemica, infatti, rappresenta il denominatore comune di tutte le disfunzioni croniche correlate con il processo di invecchiamento: stress ossidativo, sindrome metabolica, insulino-resistenza, ipertensione arteriosa, arteriosclerosi.
Quando la Sindrome Generale di Adattamento raggiunge, nel tempo, lo stato di “esaurimento” delle risorse, viene accelerato il processo di invecchiamento cellulare e si sviluppano le patologie caratteristiche dell’età avanzata:

- Patologie cardiovascolari e neurovascolari (cardiopatia ischemica, ictus ischemico, demenza senile)
- Patologie immunitarie (allergie, malattie autoimmuni, malattie infiammatorie croniche)
- Patologie degenerative (artrosi, patologie neoplastiche)
- Patologie dismetaboliche (obesità, diabete)
- Patologie neuropsichiatriche (ansia e depressione, attacchi di panico)

Il nesso tra l’attivazione persistente dello stress system, l’infiammazione cronica sistemica e lo sviluppo delle patologie croniche correlate all’invecchiamento è mediato dallo stesso cortisolo, ormone dello stress, che esplica i suoi effetti catabolici e pro-infiammatori quando perde la sua fisiologica ritmicità circadiana, agendo anche di notte.

PATOLOGIE CURATE DAL MEDICO ESPERTO IN PNEI

1. Dolore cronico e/o altri sintomi fisici: cefalea, gastrite, sindrome del colon irritabile, disbiosi intestinale, allergie stagionali, alterazioni del ciclo mestruale, nausea e vertigini, stanchezza cronica.
2. Insonnia e/o altri sintomi della sfera emozionale: stress persistente, tendenza a rimuginare, irritabilità, ansia, sintomi depressivi, attacchi di panico, sensazione di tensione generale, agitazione costante.
3. Sindrome metabolica e difficoltà a perdere peso: obesità, ipertensione arteriosa, sindrome dell’ovaio policistico, insulino-resistenza, ipertrigliceridemia e ipercolesterolemia.
4. Patologie internistiche conclamate (cardiopatia ischemica, diabete mellito, patologie degenerative ed immunitarie), al fine di prevenire le recidive e ridurre il consumo di farmaci.

Il percorso per il benessere cardio-metabolico può inoltre essere di estremo aiuto per le persone in salute che intendano rallentare il processo di invecchiamento, nonchè per atleti che vogliano ottimizzare la performance sportiva.


VISITE ED ESAMI

La prima consultazione ed i successivi controlli a distanza consistono in una fase clinica seguita da più indagini strumentali non invasive, tramite dispositivi medici di elevata precisione e validazione scientifica certificati Biotekna®.

ANAMNESI ED ESAME OBIETTIVO: Oltre alla consueta anamnesi familiare, fisiologica, farmacologica, patologica remota e prossima e all’esame obiettivo, durante il primo consulto il paziente viene sottoposto al questionario MUS (Medically Unexplained Symptoms) ed, eventualmente, a questionari facoltativi in base al motivo della visita.

MUS: sintomi generali, vaghi ed aspecifici, rappresentano la manifestazione specifica  della perdita dei ritmi ormonali circadiani e dello stato di stress e infiammazione cronica di basso grado, comune denominatore dello sviluppo di svariate patologie croniche correlate al processo di invecchiamento.
Esempi di MUS: stanchezza o affaticamento persistente, insonnia o risvegli notturni, palpitazioni cardiache, bruciori allo stomaco, intestino irritabile, modificazioni del peso corporeo, alterazioni dell’umore.

MUS-Distress: sintomi maggiormente specifici inerenti la sfera cognitiva (es. difficoltà di concentrazione, pensieri ricorrenti), fisica (es. dolore cronico), emozionale (es. irritabilità, malinconia), comportamentale (es. tic nervosi, tendenza ad isolarsi).

NRS Pain: scala di valutazione del dolore e localizzazione.

NQ: questionario che rileva sintomi di alterazioni del sistema nervoso autonomo e della respirazione disfunzionale.

PA-R: questionario inerente il livello di attività fisica settimanale, di tipo aerobico/anaerobico.

Eating Habits/Food Recorder: questionario sulle abitudini alimentari e diario alimentare, con calcolo delle variazioni del carico glicemico nelle 24 ore, potere infiammatorio o anti-infiammatorio delle scelte alimentari, apporto e consumo energetico globale, percentuale di carboidrati, grassi e proteine ed eventuali carenze di minerali e vitamine.

PPG Stress Flow: è l’analisi strumentale non invasiva del sistema nervoso autonomo. Permette di ricavare indici relativi a: asse neurologico dello stress, capacità di conduzione nervosa, asse cervello-cuore e capacità di regolazione della corteccia prefrontale, potere anti-infiammatorio del nervo vago e capacità di recupero, variabilità della frequenza cardiaca e relazione con l’attività respiratoria (Aritmia Respiratoria Sinusale RSA), ritmo della pressione arteriosa, flusso sanguigno, stato del microcircolo periferico e scambio di ossigeno con i tessuti, salute generale e resilienza. Le variabili menzionate consentono di porre diagnosi precoce di sviluppo delle patologie croniche e monitoraggio delle stesse.

BIA-ACC: è l’analisi avanzata non invasiva della composizione corporea. Oltre ai dati inerenti la distribuzione di massa grassa, massa muscolare, ossea e visceri, la BIA-ACC rileva indici relativi a: asse ormonale dello stress (cortisolo), ritmi circadiani, analisi dei minerali (potassio, magnesio ecc.), infiammazione cronica, stati di acidosi ed analisi della matrice extracellulare e del tessuto connettivo.
Tra le applicazioni più consolidate della BIA-ACC sono da annoverare: nutrizione clinica, diagnostica e monitoraggio dei disturbi metabolici, riabilitazione fisico-motoria, longevità e performance psicofisica e sportiva.

OSO-TEST: diagnosi precoce e monitoraggio della sindrome da adiposità osteosarcopenica, fattore di rischio indipendente di sviluppo delle patologie croniche correlate all’aging.
É la diagnostica integrata dei parametri del sistema nervoso autonomo e della composizione corporea: analisi e monitoraggio, nel tempo, degli indici fondamentali correlati a infiammazione, relazioni tra grasso, muscolo ed osso, sistema circolatorio ed asse ormonale dello stress, resistenza all’insulina e stress ossidativo.

TOMOGRAFIA ELETTROLITICA EXTRACELLULARE TOMEEX: esame che identifica i processi infiammatori sistemici e localizzati, la sindrome generale di adattamento allo stress e la funzionalità dei sistemi di conduzione sensoriale ed autonomica, con analisi della conduttanza delle fibre nervose distali (mani e piedi).


APPROCCIO TERAPEUTICO: LIFE-STYLE E NEURO-IMMUNO-MODULAZIONE

In occasione della prima valutazione viene definito il programma di modificazione dello stile di vita, che consiste in due o più incontri finalizzati:

- Alla definizione di esercizi personalizzati di biofeedback respiratorio ed esercizio fisico adattato.
- Alla stesura di programmi alimentari (clinical nutrition) secondo criteri di oscillazioni circadiane del carico glicemico, in conformità con i ritmi ormonali nelle 24 ore, tramite selezione di alimenti e supplementi ad alto potere alcalinizzante ed anti-infiammatorio.

La definizione del programma anti-aging può essere integrata da un piano terapeutico  di neuro-immuno-modulazione, basato su sedute settimanali di biofeedback elettrodermico Regmatex ed elettro-agopuntura, utili a ridurre la percezione del dolore e migliorare la risposta di stress, con effetti ansiolitici ed anti-infiammatori.

Le Strutture che offrono il servizio di Medicina Predittiva e Healthy Aging

Ultime News

Resta aggiornato sulle ultime notizie del Mondo della Sanità

09-05-2024
Redazione Bianalisi
medical-center-entra-nel-gruppo-bianalisi
MEDICAL CENTER ENTRA NEL GRUPPO BIANALISI

Il Gruppo Bianalisi è lieto di annunciare l’acquisizione del Medical Center di Sesto Calende in provincia di Varese, struttura privata che eroga una vasta gamma di servizi tra analisi di laboratorio, visite specialistiche, diagnostica per immagini e medicina del lavoro.Questo ingresso “rappresenta un ulteriore consolidamento della nostra presenza a livello nazionale”, dichiara il Presidente del Gruppo Giuliano Caslini, “in particolare, nell’area ovest della Lombardia - dopo la recente acquisizione del Gruppo Meditel di Saronno e l'apertura degli ambulatori negli aeroporti di Malpensa e Milano Linate - i cittadini potranno contare su un potenziamento dei servizi erogati e un team di eccellenti professionisti a cui affidarsi”.“In questi 16 anni, abbiamo lavorato affinché la qualità percepita dai pazienti fosse la più alta possibile”, spiega il Dottor Pietro Blumetti fondatore del Centro, “Oggi siamo orgogliosi di entrare a far parte di Bianalisi, il più grande gruppo di servizi ambulatoriali interamente italiano. Credo che entrambi trarremo significativi vantaggi in termini di prestazioni offerte, qualità e capacità diagnostica, mantenendo inalterata la filosofia vincente che ci ha contraddistinto fino ad ora”.Questa acquisizione è la settima negli ultimi 6 mesi dopo quelle del Centro Medico San Lorenzo di Crema (CR), del Poliambulatorio Città di Fidenza (PR), del Centro Radiologico Madonna della Bruna di Matera (il primo poliambulatorio Bianalisi in Basilicata), del Centro Radiologico Demarzio di Gravina (BA), e di due laboratori di analisi cliniche in Puglia e Veneto.L’obiettivo del Gruppo è continuare a crescere sul territorio rispondendo in modo sostenibile alle esigenze di salute di cittadini e imprese, ampliando l’offerta di servizi sanitari anche grazie alla collaborazione con realtà locali all’avanguardia.Oggi Bianalisi è presente in 11 regioni italiane e nella Repubblica di San Marino con quasi 400 strutture.

Leggi Articolo
11-04-2024
Redazione Bianalisi
bianalisi-arriva-a-milano-linate
Bianalisi arriva a Milano Linate

Abbiamo inaugurato una nuova struttura all’interno dell’aeroporto cittadino al Piano Arrivi.È il secondo poliambulatorio privato, aperto in un aeroporto italiano, dopo quello avviato a luglio 2023 al Terminal 1 dell’aeroporto di Milano Malpensa.L’obiettivo è diventare un punto di riferimento per le esigenze di salute dei passeggeri, della popolazione milanese - ben collegata grazie alla nuova metropolitana M4 - ma soprattutto dei lavoratori che ogni giorno prestano il proprio servizio all’interno dello scalo aeroportuale.Offrire cure di qualità in una struttura moderna, comoda e con accesso rapido a diverse tipologie di prestazioni, erogate da professionisti esperti, è l’obiettivo che ha guidato Bianalisi nella scelta di questa nuova location.

Leggi Articolo
19-12-2023
Redazione Bianalisi
buon-natale-e-felice-anno-nuovo
BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO

In questo momento speciale, desideriamo rivolgere un sentito ringraziamento a tutti voi, che ogni giorno accedete alle nostre strutture sanitarie. Consapevoli dell'importanza di essere partner per la vostra salute ed il vostro benessere, lavoriamo costantemente per assicurarci che abbiate risposte puntuali ai vostri bisogni e cure di qualità, garantendo diagnosi accurate e tempestive. Vi auguriamo un sereno Natale e un nuovo anno ricco di soddisfazioni nelle sfide che vorrete intraprendere.

Leggi Articolo
08-12-2023
Redazione Bianalisi
benemerenza-al-dott-giuliano-caslini
Benemerenza al Dott. Giuliano Caslini

Giovedì mattina, 7 dicembre, giorno della festa patronale di Sant'Ambrogio, l'Amministrazione comunale di Carate Brianza in occasione della cerimonia pubblica delle 11:30 presso la sala consigliare, sono state conferite 4 benemerenze civiche a persone meritevoli. Quest'anno, siamo entusiasti di annunciare che il Dott. Giuliano Caslini, colui che ha creato un vero e proprio impero dei laboratori “BIANALISI”, è stato omaggiato per il suo eccezionale contributo nel campo sanitario.Nel corso degli anni "BIANALISI" ha saputo accogliere e integrare alcune delle migliori realtà mediche presenti sul territorio nazionale, garantendo standard elevati e uniformità nelle discipline sanitarie. Grazie alla sua presenza diffusa e al servizio capillare offerto, "BIANALISI" è riuscita ad assistere un numero sempre crescente di persone.Questo riconoscimento è un tributo al duro lavoro, all'impegno e all'eccellenza dimostrati dal Dott. Caslini e dal Team di "BIANALISI ". Il loro impegno costante nel fornire servizi medici di alta qualità ha migliorato la vita di molte persone e ha contribuito alla promozione della salute nella nostra comunità.Un plauso speciale va al Dott. Caslini, un esempio per tutti coloro che aspirano a fare la differenza nel settore sanitario.

Leggi Articolo
07-12-2023
Redazione Bianalisi
chiusure-straordinarie-dicembre-e-gennaio
CHIUSURE STRAORDINARIE DICEMBRE E GENNAIO

Durante i mesi di DICEMBRE e GENNAIO, oltre alle Festività Nazionali, alcuni dei nostri Punti Prelievo BIANALISI non saranno operativi. . Vogliamo sempre assicurarvi un servizio di qualità e fornirvi tutte le informazioni necessarie riguardo alle aperture e agli orari dei nostri centri. . Per ottenere tutte le informazioni aggiornate, consigliamo di contattare direttamente il vostro Centro BIANALISI di fiducia. I nostri professionisti saranno lieti di fornirvi tutte le informazioni di cui avete bisogno e di assistervi nel modo migliore possibile. . La vostra salute è la nostra priorità assoluta e facciamo del nostro meglio per garantirvi un servizio affidabile. . Ringraziamo in anticipo e seguiteci per ulteriori aggiornamenti sui nostri canali social.

Leggi Articolo
29-11-2023
Dr. Gianluca Bianco - Specialista in Medicina Interna con Master in PNEI e Neuromodulazione
glicotossine-e-invecchiamento-precoce
GLICOTOSSINE E INVECCHIAMENTO PRECOCE

Le glicotossine, denominate “AGEs” (Advanced Glycation End Products, prodotti terminali della glicazione avanzata), rappresentano uno dei parametri biologici più significativi del processo di invecchiamento cellulare. Gli AGEs si formano dal legame non enzimatico tra molecole di zucchero e proteine presenti nello spazio intracellulare oppure al di fuori della cellula, dando luogo a prodotti alterati, che l’organismo non è in grado di smaltire, e che pertanto possono accumularsi a livello dell’interstizio che circonda tutte le cellule del corpo umano, detto “matrice extracellulare”. Tra le proteine glicate annoveriamo l’albumina, l’emoglobina ed il collagene, le cui alterate funzioni compromettono la salute dell’organismo tramite processi cronici di infiammazione e stress ossidativo, accelerando il processo di invecchiamento. La formazione ed accumulo di AGEs può accompagnare il fenomeno della resistenza all’insulina e della sindrome metabolica, sebbene esistano fonti esterne di AGEs, quali il fumo di sigaretta, i cibi processati e raffinati, oltre ai cibi di origine animale, soprattutto se sottoposti a cotture ad alta temperatura. Tra le patologie correlate all’accumulo degli AGEs vengono annoverate:     Diabete mellito: l’iperglicemia comporta un incremento di glicazione delle proteine, inducendo               importanti complicanze, quali la retinopatia e neuropatia diabetica, l’insufficienza renale ed il piede diabetico.   Patologie cardiovascolari: le LDL glicate aderiscono alle cellule endoteliali inducendo infiammazione alla base della formazione di placche aterosclerotiche.   Declino cognitivo: oltre ai danni da alterata circolazione cerebrale, gli AGEs inducono neuroinfiammazione, legandosi direttamente con alcuni tessuti cerebrali.   Invecchiamento cutaneo: il collagene glicato, essendo rigido, ostacola il turnover cutaneo, alterando l’elasticità cutanea e promuovendo la formazione di rughe.   Patologie del connettivo: la rigidità della matrice extracellulare, indotta dalla degenerazione del collagene, può favorire lesioni delle strutture tendinee e dei legamenti, con ripercussioni sulla globalità delle catene miofasciali.   Patologie oculari: il legame tra AGEs e proteine della retina e del cristallino favorisce la degenerazione delle strutture oculari e lo sviluppo della cataratta.   Alla luce dei danni biologici multisistemici descritti, indotti dalla presenza eccessiva di AGEs, risulta di cruciale importanza l’identificazione precoce degli stessi, al fine di impostare strategie terapeutiche atte a ridurre il processo di glicazione e di accumulo di glicotossine nell’ambiente extracellulare. Oltre al dosaggio ematico dell’emoglobina glicata e della fruttosamina (prodotto della glicazione dell’albumina) esiste un metodo indiretto di misurazione degli AGEs basato sulla fluorescenza cutanea, definito “AGE reader”, la cui esecuzione è molto rapida e non invasiva, da cui scaturisce un referto grafico inerente i livelli di glicotossine in relazione all’età del soggetto, correlato al rischio cardio-metabolico effettivo.   Presso l’ambulatorio di “Medicina Predittiva e Preventiva” istituito presso Bianalisi-Fisiomedical di Roma viene eseguita la lettura AGE reader tramite sistema a fluorescenza, per lo screening precoce del rischio cardio-metabolico correlato all’accumulo delle glicotossine.   Dr. Gianluca Bianco Specialista in Medicina Interna con Master in PNEI e Neuromodulazione Esperto in Agopuntura e Nutrizione Clinica Direttore Sanitario Bianalisi-Fisiomedical

Leggi Articolo